Mobilità internazionale

In entrata e in uscita

Konwledge always happens at intersections

La scuola del 21esimo secolo deve essere pensata  e organizzata in maniera da permettere ai suoi studenti di essere cittadini di un mondo che cambia e, consapevole della realtà della globalizzazione,  deve porre al centro e come motore del suo procedere principi quali conoscenza, equità, sostenibilità, inclusione, cittadinanza attiva.

Il Liceo delle Scienze Umane “Albertina Sanvitale” considera la mobilità studentesca europea ed internazionale, con periodi variabili di studio presso una scuola all’estero da un mese fino ad un anno, un’esperienza dall’alto valore educativo e formativo che coinvolge risorse cognitive, affettive e relazionali in grado di riconfigurare valori, identità, comportamenti e apprendimenti.  

Partecipare ad esperienze di studio o formazione all’estero significa  essere “stranieri” in una famiglia e in una scuola diverse dalle proprie, ciò contribuisce a sviluppare competenze di tipo interculturale e trasversale oltre a quelle più specifiche legate alle discipline. Imparare a leggere e a utilizzare altri codici, saper riconoscere regole e principi diversi, imparare ad orientarsi al di fuori del proprio ambiente umano e sociale utilizzando “le mappe” di una cultura altra, esigono un impegno che va ben oltre quello richiesto dalla frequenza di un normale anno di studio.

 

.

Mobilità

La scuola del 21esimo secolo deve essere pensata  e organizzata in maniera da permettere ai suoi studenti di essere cittadini di un mondo che cambia e, consapevole della realtà della globalizzazione,  deve porre al centro e come motore del suo procedere principi quali conoscenza, equità, sostenibilità, inclusione, cittadinanza attiva.

Il Liceo delle Scienze Umane “Albertina Sanvitale” considera la mobilità studentesca europea ed internazionale, con periodi variabili di studio presso una scuola all’estero da un mese fino ad un anno, un’esperienza dall’alto valore educativo e formativo che coinvolge risorse cognitive, affettive e relazionali in grado di riconfigurare valori, identità, comportamenti e apprendimenti.  

Partecipare ad esperienze di studio o formazione all’estero significa  essere “stranieri” in una famiglia e in una scuola diverse dalle proprie, ciò contribuisce a sviluppare competenze di tipo interculturale e trasversale oltre a quelle più specifiche legate alle discipline. Imparare a leggere e a utilizzare altri codici, saper riconoscere regole e principi diversi, imparare ad orientarsi al di fuori del proprio ambiente umano e sociale utilizzando “le mappe” di una cultura altra, esigono un impegno che va ben oltre quello richiesto dalla frequenza di un normale anno di studio.

Il  nostro liceo  valorizza e promuove i progetti di mobilità internazionale che sono parte integrante del Piano dell’Offerta Formativa

.

Bandi e news

testimonianze

Elisa

Elisa

1 semestre in Australia

Circa due anni fa sono partita e ho deciso di passare un semestre in Australia, volevo andare il più lontano possibile per mettermi in gioco e uscire completamente dalla mia comfort zone. 

È stata sicuramente un’esperienza molto impegnativa, durante i primi momenti mi sentivo spaesata, dovevo adattarmi ad una realtà completamente diversa, una lingua diversa e crearmi delle nuove abitudini. Nonostante ciò ritengo che sia stata la scelta migliore che potessi fare, mi ha aiutato a crescere, a diventare indipendente. Ho creato rapporti fantastici, con la mia host family e con tutte le persone che ho incontrato, rapporti che ancora oggi coltivo e manterrò nel mio cuore per sempre.

 

giulia

giulia

1 anno in irlanda

Giulia Trivelloni è una studentessa del nostro liceo che ha deciso di partire per un’esperienza di mobilità annuale presso il St. Mary Charleville, Cork, Irlanda. E’ partita ad agosto 2020 e rientrerà nel mese di giugno 2021. E’ entusiasta dell’esperienza che sta svolgendo; abita in una fattoria immersa nella campagna e al mattino è il muggito delle mucche a risvegliarla, ha 3 sorelle ed un fratello, tutti più giovani di lei. Adora sentirsi parte della sua famiglia irlandese. Frequenta la scuola a Cork, dove, oltre alle materie obbligatorie di English e Mathematics, ha avuto l’opportunità di scegliere Visual Arts, Physics, ed Home Economics. Per lei è stata una novità entusiasmante frequentare il laboratorio di Fisica nel quale sta svolgendo molti esperimenti mentre è rammaricata in quanto il “lock down” non le ha permesso di recarsi in quello di Economia domestica, dove avrebbe imparato a cucinare piatti irlandesi. Giulia da pochi giorni è stata premiata e non ha esitato a condividere il suo entusiasmo e la sua gioia con noi quando le è stato conferito l’Award  come “EXEMPLARY STUDENT” del 5 anno!!

 

in entrata

in uscita (Canada, Irlanda, Argentina)

in uscita prossimo anno (USA, Irlanda)

mobilità studentesca

intercultura

Vai al sito

MB Scambi culturali

Vai al sito

mondo insieme

Vai al sito

Vittoria language and culture

 Vai al sito